Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione e fornire un servizio in linea con le preferenze utente.

Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, si acconsente a ricevere tutti i cookie del portale web www.anc-ravenna.it

 


CURRICULUM


 

Isidoro MIMMI, nato a Bolotana (NU) l’11 maggio 1951, sposato, padre di due figli:

 

  • ha intrapreso la carriera militare il 16 ottobre 1969, frequentando i corsi della ScuolaAllievi e Sottufficiali dei Carabinieri inRoma e Velletri;
    ANC Ravenna Isidoro Mimmi
  • da Brigadiere ha maturato significative esperienze info investigative, quale Vice Comandante del Nucleo Radiomobile dellaTenenza CC di San Giovanni in Persiceto (BO) e comandante delle radiomobili di Cesenatico (FC), oltre che al “Nucleo di Città” della Gendarmeria della Repubblica di San Marino (RSM);
  • ha retto la Stazione Carabinieri di Milano Marittima in s. v., prima di essere chiamato nel 1976 al Nucleo Investigativo del Gruppo CC di Ravenna, dove ha riportato un lusinghiero giudizio dei suoi superiori per i rilevanti impegni per il contrasto alla diffusione degli stupefacenti e ai gravi episodi criminosi;
  • promosso Maresciallo nel 1980, è stato riassegnato all’articolazione investigativa del Comando Reparto Operativo CC di Ravenna e, poi, ha assunto il comando del Nucleo Operativo, adottando iniziative organizzative assai apprezzate e d’impatto grandemente innovativo.
    Dotato di sicura e istintiva leadership, all’interno del Nucleo ha promosso un clima di lavoro coeso ed altamente collaborativo, suscitando, nei suoi dipendenti, sentimenti di affettuoso attaccamento e, nei Magistrati (Sost. Francesco Mauro Iacoviello, oggi procuratore generale di Cassazione), e nei Superiori, viva benevolenza, stima e numerose ricompense di ordine morale. Ha diretto rilevanti operazioni di servizio che hanno avuto ampio e positivo riscontro nella stampa e nella comunità locale;
  • nel 1984 ha ricevuto attestato di apprezzamento della DEA (Drug Enforcement Administration) degli Stati Uniti, per rilevantissima operazione antidroga;
  • nel 1985, è stato scelto e reclutato dal Dipartimento Informazioni e Sicurezza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per assolvere compiti di primario rilievo: agente operativo. Anche in tale delicato incarico ha riscosso assai lusinghieri giudizi sulle sue qualità e competenze professionali e umane. Infatti, il 31 marzo 2010, il Direttore dell’Agenzia gli ha inviato il seguente attestato: ”… nel momento in cui lascia l'incarico in seno al …….., nonché il servizio attivo, desidero, a nome dell'Agenzia e mio personale, ringraziarLa per lo spirito di servizio e la dedizione che, nell'arco dei Suoi 25 anni di permanenza, ha rivolto alla nostra Istituzione ed, in particolare, al delicato settore delle informazioni, "core business" dell'Agenzia”.
  • il 1° aprile 2010, (dopo circa 41 anni di servizio onorevole e immacolato in ogni contesto) è stato collocato a riposo, a domanda considerate le invalidità riportate in servizio (tabella A, categoria 5^, riconosciuta dal Comitato di Verifica per le Cause di Servizio con parere n. 30331);
  • il 22 settembre 2010, è stato nominato Sottotenente della riserva di complemento dell’Arma dei Carabinieri, con decreto del Presidente della Repubblica n. 59;
  • non ha mai riportato note di demerito o è stato destinatario, durante tutto l’arco del servizio prestato, di una sanzione disciplinare e negli ultimi rapporti informativi ha conseguito un giudizio complessivo “ottimo”;
  • è insignito della Croce con Spade dell’Ordine al merito Melitense del Sovrano Militare Ordine di Malta (Decreto n. 1864/26324 del 30/09/83);
  • su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, il Signor Presidente della Repubblica, con decreto in data 2 giugno 2014, gli ha conferito l'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana";
  • dal 2009 a dicembre 2013, ha prestato la sua opera volontaria nella sua parrocchia e all'interno dell’UCID, l'Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti;
  • nel novembre 2012, è stato eletto consigliere dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Sezione di Ravenna e da allora si dedica pienamente all’organizzazione delle attività associative;
  • nell’ottobre 2015, acquisito l’unanime parere favorevole espresso a seguito di ponderata valutazione da parte del consiglio sezionale, ha costituito il Gruppo di volontariato, parte integrante dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Sezione di Ravenna;
  • in data 8 ottobre 2016, è stato eletto all'unaminità Coordinatore  Provinciale delle Associazioni Carabinieri della provincia di Ravenna. (vedi allegato pdf).
  • il 20 giugno 2017, ha ricevuto attestato di apprezzamento da S. E. il Prefetto di Ravenna, Dott. Francesco RUSSO, per la “preziosa attività” di volontariato svolta dall'Associazione Nazionale Carabinieri di Ravenna;
  • In data 22 ottobre 2017, è stato eletto all'unanimità Presidente della Sezione A.N.C.  di Ravenna.

 

 L'intervista al St. Isidoro Mimmi 

 

Ravenna, 1 novembre 2017